Rotella di Wartenberg

bea20“Ciao bella, cosa ti piace?”

…per fortuna siamo in internet perché con una domanda così mi sarei aspettata una pacca sulle spalle!

Comunque capita, capita molto spesso di essere approcciata in questo modo e vi garantisco che faccio molta fatica a mantenere un comportamento elegante e femminile…

In effetti sarebbe più adatto un “…ma cosa cazzo te ne frega?”

La cosa più fastidiosa all’inizio è quella che io chiamo la lista della spesa, un elenco di pratiche e fantasie che dovrebbero servire a valutare le complicità…

Fidatevi, non ci sarà mai complicità se iniziate in questo modo!

Ad ogni modo ho deciso che ogni tanto vi posterò alcuni dei miei giochi descrivendovi come li uso e perché mi piacciono.

Il primo oggetto ricorda un po’ la rotella per tagliare la pasta fresca e si chiama rotella di Wartenberg.

La rotellina (come la chiamo io) è un delizioso strumento che da tempo fa parte della mia attrezzatura, ne possiedo diverse e la considero una delle mie pratiche preferite!

Principalmente mi piace sul costato, sul seno (in particolare sui capezzoli), sotto i piedi e prestando molta attenzione nelle zone intime.

Per chi non la conoscesse è uno strumento medico e viene utilizzata per valutare la sensibilità di una specifica parte del corpo.

La pressione e la velocità con cui si usa produce sensazioni diverse che variano dai brividi lungo la schiena a sensazioni decisamente più fastidiose fino a provocare un dolore pungente…

…molto divertente 😉