Lei

bea43Dopo qualche giorno di ritardo è venuta a trovarmi per festeggiare il mio compleanno.

Capisco tutte le sue motivazioni ma non potevo fargliela passare liscia, e così è stato.

Da quando è sentimentalmente uscita dalla nostra vita c’è stato molto rispetto per la sua decisione, e così è capitato anche ieri, ma qualche bacchettata sulle mani era dovuta a causa di quei due giorni di ritardo negli auguri!

Così dopo averle chiesto di tendere le braccia ho iniziato a colpire…

…uno…

…due…

…tre…

…dopo i venti colpi, dieci per ogni giorno di ritardo, mi ha guardato, mi ha sorriso ed al posto di ringraziarmi come faceva un tempo mi ha detto:

“Buon compleanno Bea!”