amore bdsm

Una benda sugli occhi

La deprivazione sensoriale è il tentativo di eliminare il più possibile ogni fonte di stimoli potenzialmente distraenti in modo da sperimentare più intensamente le sensazioni di costrizione e sottomissione.

Una dimensione nuova che nasconde i riferimenti costringendo l’individuo a cercarne di altri, nel caso del BDSM il primo a portata di mano è il contatto col Top (dominante) che inevitabilmente acquisisce importanza. Destabilizzare per ottenere una riorganizzazione controllata gestita da chi guida il gioco.

Bendare il partner è un modo per attivare questo meccanismo in modo semplice e veloce (oltretutto per mezzo di uno strumento comune accettato anche da chi non mastica kink) anche se può avere sfumature decisamente più hard ed invasive. Per questo motivo prima di coinvolgere il partner in giochi più complessi accertatevi che non soffra di claustrofobia ed assicuratevi sempre del suo stato emotivo, ricordatevi di concordare una safeword o un altro modo per poter comunicare.

Dove?

Per questo tipo di esperienza io consiglio sempre luoghi molto confortevoli e tranquilli in modo da assaporarne più comodamente l’intensità.

Come?

Nel BDSM, ci sia avvale di alcuni strumenti specifici per annullare il più possibile la percezione dell’ambiente esterno:

  • Vista: bende, mascherine per il sonno o di cuoio.
  • Udito: tappi in cera, in silicone amorfo o in gomma, cuffie.
  • Bocca: nei negozi specializzati si possono trovare gag-ball (ovvero una pallina di gomma/silicone sostenuta da un laccio da legare dietro la nuca), morsi o bavagli a tubo ed un’infinità di accessori ma un’alternativa può essere il nastro adesivo da applicare direttamente sulla bocca.

L’utilizzo di cappucci (anche questi recuperabili nei negozi specializzati) può essere la soluzione per evitare di usare più strumenti.

Perchè?

Fortemente connesso col bondage è una lente emotiva molto forte.